Chi siamo

MissionFoto 2

AFO Sicilia è la nuova denominazione di AIFO Sicilia costituita il 24 marzo 2014. L’obiettivo che si prefigge, è quello di rappresentare più efficacemente, le esigenze delle imprese frantoio siciliane, presso i tavoli tecnici locali e regionali. Di sottoscrivere accordi commerciali al fine di ottimizzare i costi di gestione delle imprese e favorirne una maggiore incisività sul mercato. Di assistere gli associati alla corretta applicazione delle norme fiscali, sanitarie ed amministrative, che incombono sulla categoria. Di istituire corsi di formazione professionali, atti a migliorare le capacità tecniche del mastro oleario, al fine di ottenere un prodotto di eccellenza.

One thought on “Chi siamo”

  1. Qui di seguito il messaggio/segnalazione fatto ai gruppi parlamentari all’ARS.
    Egr. On.le
    “Olio Siciliano, previsione nere” così titolava l’articolo di Andrea D’Orazio, sul Giornale di Sicilia di oggi, che ha messo in evidenza la continua segnalazione unanime proveniente giorno dopo giorno da parte dei produttori per raccolto 2019, già fortemente compromesso nel 2018, come pure l’SOS proveniente dalle cantine sociali per il settore vitivinicolo.
    Ciò posto, per quel che vale, voglio aggiungere alla Sua attenzione e sensibilità la mia voce.
    “Dopo la disastrosa produzione della campagna olearia 2018 che rispetto a quella del 2017 ha registrato calo di ben 80% per l’imminente campagna olearia 2019 si registra una previsione nerissima per le aziende olivicole e per i frantoiani, che avevano già subito filiera subito un fortissimo calo di produzione nel 2016 rispetto a quella buona del 2015. Pertanto se proviamo a fare un minimo di raffronto negli ultimi quattro anni (2016, 2017, 2918 e 2019) possiamo prendere atto che la filiera olivicola già in stato di crisi alla fine della corrente campagna olearia può essere fatale dovendo poi aspettare, con un buon auspicio la chiusura de4lla prossima campagna olivicola 2020 per la quale bisogna sostenere tutte le necessarie spese gestionali che si vanno a sommare a quelle già sostenute nelle per le annate 2019 e 2018 che non hanno prodotto reddito e ricchezza. Appare evidente che per la sopravvivenza e potersi sollevare dai mancati ricavi/guadagni occorrono aiuti in termini di sostegno per il prossimo quinquennio e per le sofferenze bancarie erariali tasse e contributi INAIL ed INPS. “
    Montevago lì 21/07/2019
    Giuseppe La Rocca LRCGPP48D18F655C
    Rappresentante Legale dell’Oleificio
    LA ROCCA E CO S.R.L.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*